NEWSLETTER dal sito V.E.D. Associazione Culturale www.vedassociazione.it

In seguito all’esperienza del nostro ultimo docufilm  “Le Stanze Aperte” (www.lestanzeaperte.it) si è andata man mano consolidando la decisione che la nostra associazione culturale (V.E.D. www.vedassociazione.it ), memore di esperienze forti nel settore sociale ed educativo (cortometraggi “Fischio d’inizio” – “SMS Crossing”- “Conoscere per essere” - …), possa produrre e tentare di distribuire in maniera alternativa, attraverso una rete dal basso indipendente  in ambito cine-documentaristico, quei film che restano senza distribuzione nelle sale, pur di diffondere una cultura cinematografica che favorisca l'integrazione sociale e lavorativa facilitando gli scambi culturali e la formazione della personalità individuale.

L’interesse della stampa  e l’apprezzamento di critica e pubblico in occasione delle proiezioni fa nascere  la convinzione di realizzare produzioni filmiche indipendenti e nuovi esperimenti di distribuzione, cosiddetta “sociale”. Le sale minori ove abbiamo proiettato, piene di pubblico interessato alla visione e il massiccio intervento della stampa sono indice di un esperimento riuscitissimo, testato in tali occasioni ad ingresso gratuito. Ciò vuol dire che, vuoi l’argomento, vuoi il prodotto filmico, vuoi la tipologia di produzione, l’interesse c’è.

Solidarietà è anche l’ascolto, la visione in immagini di chi vive in condizioni sociali diverse dalla nostra, che non significa soltanto condizioni disagiate. E il nostro cinema, la nostra “missione filmica”, è appunto quella di documentare queste storie: ascoltare prima, documentare dopo.

Da parte nostra c’è sempre la volontà di mettere la professionalità al servizio di nuove videoproduzioni che raccontino “storie documentate, filmiche e di finzione, culturali, sociali, artistiche, lavorative, sportive, affettive, amorose, ironiche, tristi, allegre, comiche, di denuncia, spensierate, con l’unico obiettivo di porre al centro l’uomo ed i suoi rapporti in una sempre migliore vita sociale.”… “in diversi contesti e all’estero, in luoghi di scambio culturale, in strutture ospedaliere giudiziarie, in istituti penitenziari, in scuole primarie, medie e nei licei, con associazioni di volontariato e ordini religiosi…” Il nostro linguaggio filmico tende ad essere sempre positivo: critico, di denuncia, ma sempre con un finale che dia speranza, che orienti verso un futuro positivo che non lasci prigionieri della negatività.

Questa attività costa in termini di impegno lavorativo, impegno da sostenere da tutti 

 

V.E.D. Associazione Culturale
C.F. 95078000635
www.vedassociazione.it
info: [email protected]